logo premio bologna città civile e bella

Il premio

Hera, il Resto del Carlino, la Fondazione del Monte e il Centro Antartide, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Bologna, promuovono il Premio “Bologna città civile e bella” che sarà assegnato a singoli cittadini e soggetti organizzati (comitati, associazioni, parrocchie, ecc.) che si siano distinti nel 2011 nel campo delle virtù civiche contribuendo a rendere più ricca di umanità la nostra comunità, prendendosi cura dei luoghi al fine di renderli più belli e disponibili a una fruizione pubblica, tutelando i beni comuni e l’ambiente.

L’attenzione è rivolta ai “piccoli mondi” soprattutto per far emergere storie che potrebbero essere replicate da altri.

Il Premio si propone come occasione per raccontare in positivo la comunità bolognese e i suoi protagonisti. Un omaggio a chi dona la propria sensibilità, le proprie risorse, generosità e tempo, la propria competenza per rendere la città più vivibile, civile e bella. Un’occasione per riunire e far incontrare le tante realtà virtuose presenti in città.

Il Premio vuole sottolineare il legame esistente tra le persone e l’ambiente sociale e fisico in cui vivono. La partecipazione dei soggetti organizzati è quindi limitata a quelli che sono una diretta espressione del territorio e che trovano la propria ragione sociale nell’azione diretta e prioritaria su quel territorio escludendo quindi le realtà strutturate a livello nazionale o internazionale.

Sono ammessi al premio i progetti il cui effetto utile per la città deve essere autonomamente apprezzabile e rilevante rispetto a utilità e interessi del singolo privato.

Sezioni

Il Premio osserva il tema dell’impegno a favore della collettività da due punti di vista diversi e complementari, corrispondenti ad altrettante sezioni:

  • le azioni nei confronti delle persone
  • la cura di luoghi

I riconoscimenti sono due per sezione. Uno dedicato ai singoli cittadini e l’altro ai gruppi organizzati.

 

Modalità di partecipazione

Si può partecipare al Premio sia autocandidandosi come singolo o come gruppo (tramite un proprio rappresentante), sia candidando un singolo o un gruppo terzo. Le candidature e le autocandidature devono contenere una breve descrizione dell’iniziativa che ha visto protagonista il candidato oppure il gruppo organizzato, un breve curriculum, oltre all’eventuale documentazione e ai riferimenti per i contatti dei soggetti coinvolti.

 

 

Giuria

Il Premio è stato assegnato da una Giuria composta da rappresentanti di Hera, Fondazione del Monte, il Resto del Carlino, Fai, Centro Antartide e da rappresentanti di Comune e Provincia di Bologna in quanto soggetti patrocinatori.

 

Termini per la partecipazione

Candidature e autocandidature andavano inviate via mail, fax o posta ordinaria (in questo caso fa fede la data di ricevimento) entro il 29 febbraio 2012 alla segreteria del Premio:
Centro Antartide, via Rizzoli 3, 40125 Bologna
fax 051 260922; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Per informazioni: 051.260921

Premiazione

La premiazione si è svolta il 16 aprile 2012 nella Sala Farnese di Palazzo d’Accursio.

 

Premi

Ai premiati sono state assegnate opere artistiche realizzate dal designer Danilo Traverso e acqueforti originali del laboratorio “La Tarlantana”. A tutti gli altri partecipanti è stata assegnata la pergamena di “Testimoni di civiltà”.

 

Incontro pubblico

Il 26 marzo 2012 si è svolto l'incontro "La gentilezza e la cura dei luoghi", per stimolare una riflessione pubblica dedicati alle due anime del Premio